UN MONDO A PARTE

Un’ellisse che richiama la forma della pannocchia di grano, elemento nutritivo fondamentale nell’alimentazione dell’uomo.
La scultura è una rappresentazione stilizzata del pianeta Terra.

La parte frontale, con quasi 3000 quadretti in ferro, mostra una città vista dall’alto che non trova spazio per la natura. Città nera, industrializzata, fitta di palazzi.
Il retro della scultura è costituito da fasce in lamiera e tombacco.
Il color oro del tombacco ricorda i campi di grano, distese incontaminate non ancora sfruttate.

La forma allungata dell’opera è voluta, uno spunto di riflessione. Quanto l’uomo può ancora modificare la natura del pianeta terra? Quanto questo si farà ancora modificare dall’uomo prima di ribellarsi?

L’opera nasce da un’idea dello scultore Lorenzo Martinoli che ha voluto coinvolgere nel suo progetto 6 ragazzi, dalla quarta elementare alla prima superiore, con l’obiettivo di fargli prendere confidenza con uno degli strumenti più usati nelle botteghe artigiane: la lima, cercando di insegnare loro la pazienza necessaria per ottenere il risultato desiderato.

Presentata alla mostra evento Gli Ingredienti della Creatività, Ville Ponti, Varese – Ottobre 2013.